Atto Costitutivo e Statuto del network View net Legal

 

  Statuto e Atto Costitutivo del View net Legal network
Partners' meeting, Venezia-Lido, 10/11 ottobre 2014

1 - Denominazione e sede

1.1. È costituita “View net Legal network”, in breve “VnL network”, libera associazione non commerciale di categoria, senza scopo di lucro né finalità partitiche o politiche, tra Avvocati/Studi legali (d’ora in poi “Partner”).

1.2. La sede principale dell’Associazione, alla data di costituzione, è domiciliata a Roma in Via degli Uffici del Vicario, n° 49 int. 2 (c.a.p. 00186, presso Frattallone & Partners Law Firm). Su delibera dell’Assemblea dei Partner potranno essere costituite sezioni secondarie, dislocate sul territorio nazionale e all’estero.

2 – Scopi dell’Associazione

2.1. L’Associazione persegue i seguenti scopi:

  • riunire Studi legali e Avvocati omogenei tra loro per l’elevata qualità dei servizi offerti e connotati tutti da predisposizione al lavoro di rete e con approccio integrato tra le varie competenze multidisciplinari, vocazione per l’uso delle nuove tecnologie, attenta elaborazione strategica e rigorosa preparazione giuridica; i Partner di VnL network, dislocati in tutto il territorio nazionale e all’estero, hanno in comune principi etici, professionali e qualità e metodi di lavoro e, come fine, l’attenzione ai problemi del Cliente;
  • favorire la collaborazione professionale dei Partner, anche tramite l’impiego di nuove tecnologie di comunicazione digitale e sistemi di conference e video conference interaction, al fine di incrementare l’interscambio di esperienze professionali e offrire al Cliente un team di professionisti presenti omogeneamente su tutto il territorio nazionale e anche all’estero, di qualità e preparazione consolidata e specializzazioni per aree disciplinari e per materie, in grado di offrire un’ottimale assistenza e consulenza legale;
  • fornire ai Partner un servizio di rigorosa formazione e un costante processo di aggiornamento, incentivando la specializzazione nei diversi settori forensi e promuovendo lo sviluppo delle competenze per l'attività giudiziaria e lo stragiudiziale;
  • attuare la vocazione all’informatica dei Partner promuovendo anche l’informatizzazione dell’apparato giudiziario;
  • valorizzare il ruolo costituzionalmente riconosciuto dell’Avvocato e la dignità e il prestigio della professione forense e l’attuazione del giusto, equo e celere processo;
  • promuovere la diffusione dei metodi alternativi di risoluzione delle controversie.

3 – Oggetto dell’Associazione

3.1. Per il perseguimento dei propri scopi associativi, l’Associazione:

  • adotta ogni iniziativa utile a diffondere la conoscenza degli scopi, dei programmi del network e dell'attività svolta e promuove l’immagine, l’utilizzo e la diffusione del marchio registrato che ha in uso View net Legal® tra gli addetti al settore forense e tra i potenziali utenti del servizio legale, in particolare imprese e professionisti, quale segno di riconoscimento di Studi Legali accomunati da analoghi standard di qualità e servizi;
  • promuove la conoscenza al pubblico dell’attività dei singoli Partner;
  • si adopera per rendere più funzionali ed efficienti i servizi telematici che interessano le diverse categorie di operatori, in campo economico e giuridico;
  • è attiva presso le sedi istituzionali per migliorare l’esercizio della professione forense, favorendone l’affrancamento da limiti e regole anacronistiche e contrarie a principi di libera concorrenza e circolazione dei servizi, altresì elaborando soluzioni corrispondenti all’evoluzione della domanda di giustizia e della professione forense;
  • sviluppa iniziative scientifiche e culturali tese a diffondere la conoscenza del diritto, organizzando eventi formativi e di aggiornamento per professionisti, enti ed imprese, privilegiando sistemi di e-learning e applicazioni telematiche, altresì curando pubblicazioni di interesse giuridico ed economico; organizzando anche corsi di formazione professionale in tema di mediazione, conciliazione, negoziazione assistita, arbitrato, tecniche di gestione costruttiva dei conflitti, A.D.R.
  • stipula convenzioni con enti, società e soggetti terzi, nazionali ed internazionali, nell’interesse dei Partner e per migliorare e far progredire l’esercizio della professione;
  • sviluppa contatti con le altre rappresentanze forensi e del settore giudiziario, con le associazioni professionali e di categoria, istituzionali, politiche, sociali e culturali, nell’interesse dei Partner e delle finalità del network, anche promuovendo iniziative comuni ad altre libere professioni intellettuali.

4 – Iscrizione e appartenenza

4.1. I Partner sono: a) fondatori; b) ordinari; c) onorari; d) firm partner.

4.2. I Partner fondatori sono gli artefici della nascita dell’Associazione e sono gli Avvocati Gaetano Tasca, Maria Paola Mastropieri e Salvatore Frattallone: essi hanno diritto di voto all’interno dell’Assemblea dei Partner. Nel caso in cui taluno dei Partner fondatori non dovesse far più parte dell’Associazione, esso sarà sostituito di diritto dal Partner con appartenenza all’Associazione più risalente e, a parità, da quello più anziano di età.

4.3. I Partner ordinari – esercenti effettivamente la professione e di elevato spessore morale e culturale – possono essere sia persone fisiche (quali Avvocati regolarmente iscritti all’Albo), sia studi legali associati, s.t.p. o s.t.a. (quali associazioni/società iscritte nell’apposita sezione dell’Albo tenuto dall’Ordine Avvocati), che abbiano il legittimo utilizzo del marchio View net Legal®. Essi partecipano a pieno titolo alla vita dell’Associazione, esercitano il diritto al voto deliberativo nell’Assemblea dei Partner e sono eleggibili nel Consiglio Direttivo. Nel caso in cui il Partner non sia una persona fisica, a questi spetta comunque un solo voto e, quanto all’elettorato passivo, è onere dello Studio indicare preventivamente agli altri Partner il nominativo del Collega eventualmente da candidare per le cariche associative. Si diventa Partner ordinario previa richiesta scritta da inviare al Presidente del Consiglio Direttivo, il quale, sentito il parere degli altri membri del Consiglio, decide l’iscrizione a proprio insindacabile giudizio, entro 30 giorni dalla domanda, previa verifica del possesso dei requisiti necessari.

4.5. È ammessa la designazione di Partner onorari, scelti tra Avvocati con iscrizione all’Ordine forense da almeno 40 anni e che si siano distinti per una proficua attività in favore degli scopi, dei valori e dei principi dell’Associazione e/o comunque che siano di spicco nell’ambito istituzionale o professionale e che possano conferire prestigio all’Associazione: sono nominati dal Presidente dell’Associazione, su proposta del Consiglio Direttivo e delibera dell’Assemblea a maggioranza di almeno ⅔ dei presenti aventi diritto al voto, non computandosi gli astenuti tra i presenti. I Partner onorari hanno diritto di voto nell’Assemblea dei Partner e partecipano alla vita associativa a pieno titolo, con elettorato attivo e passivo.

4.6. Sono qualificati Firm partner gli Avvocati che collaborino stabilmente da almeno tre anni all’interno dello Studio di un Avvocato o Studio già Partner: possono partecipare alle riunioni dell’Assemblea dei Partner ma senza diritto d’intervento e di voto, salvo che esercitino la delega scritta rilasciatagli volta per volta dal loro Partner, e sono comunque privi di elettorato passivo alle cariche e ai ruoli associativi.

4.7. L’appartenenza ad altre associazioni di categoria e/o network professionali non è peraltro causa d’incompatibilità, né è ostativa all’appartenenza quale Partner all’Associazione.

5 – Diritti dei Partner

5.1. Tutti i Partner hanno diritto:

a) di esercitare tutti i poteri loro riservati dallo Statuto;

b) di sottoporre all’attenzione del Consiglio direttivo proposte, progetti ed iniziative volte al raggiungimento degli scopi associativi;

c) di collaborare a programmi di studio e a pubblicazioni che l’Associazione realizzi;

d) di partecipare agli eventi organizzati dall’Associazione;

e) di ricevere copia delle pubblicazioni edite a cura, sotto gli auspici o con il patrocinio dell’Associazione;

f) di fruire delle convenzioni stipulate dall’Associazione e di godere di tutti gli altri benefici che l’Associazione potrà ulteriormente accordare.

6 - Doveri dei Partner

6.1. Ogni Partner è tenuto a:

a) rispettare e far osservare nel proprio Studio la Legge Professionale Forense, il Codice Deontologico, il Codice Etico dell’Associazione e il presente Statuto, le sue modifiche, gli eventuali regolamenti interni e le delibere adottate dagli organi associativi;

b) tenere un comportamento ispirato ai principi di lealtà, probità, dignità, decoro, diligenza e competenza;

c) nei confronti degli altri Partner, avere un comportamento improntato al massimo rispetto e professionalità, svolgendo con sollecitudine ed efficienza gli incarichi affidati e prestando la più ampia collaborazione, chiedendo l’intervento del Collegio dei Probiviri per evitare eventuali incompatibilità.

d) dotarsi di un collegamento telematico multimediale;

e) astenersi da ogni azione e da ogni atteggiamento che possa essere di nocumento all’Associazione o che sia in contrasto con lo scopo dell’Associazione;

f) fare un corretto utilizzo del logo View net Legal®

g) partecipare assiduamente alle attività dell’Associazione e alle convocazioni, tenendosi informato sull’attività associativa, consultando il sito web dell’Associazione, collaborando alla stesura di articoli da pubblicare sul sito web e cooperando attivamente nello svolgimento di ogni attività utile al raggiungimento dello scopo dell’Associazione, anche rendendo nota per tempo al Consiglio Direttivo la propria partecipazione a convegni in qualità di relatore o moderatore.

6.2. L’appartenenza all’Associazione comporta l’obbligo di tenerne alto il prestigio e di assecondarne il raggiungimento degli scopi associativi, con spirito di solidarietà e fattiva collaborazione: il mancato rispetto dei doveri può costituire ragione di esclusione dall’Associazione, deliberata dal Collegio dei Probiviri.

6.3. Nessun Partner può impegnare la responsabilità dell’Associazione se non previamente munito di apposita delega scritta da parte dell’Associazione o dei suoi Organi, da esibire ai terzi, diversamente rispondendo esclusivamente in proprio di ogni iniziativa non autorizzata.

7 – Scioglimento del rapporto associativo

7.1. La qualifica di Partner, con conseguente divieto di utilizzare in qualsiasi modo, nei propri segni distintivi il marchio View net legal®, si perde con effetto immediato per:

a) dimissioni; b) decadenza; c) esclusione; d) morte, estinzione o incapacità.

7.2. Le dimissioni devono essere comunicate per iscritto, via email o via pec, al Presidente del Consiglio Direttivo e acquistano effetto dal giorno della ricezione della comunicazione.

7.3. La decadenza consegue di diritto e automaticamente alla perdita del diritto di utilizzare il logo “View net legal® e viene comunicata dal Presidente del Consiglio Direttivo all’interessato mediante comunicazione scritta, via email o pec.

7.4. L’esclusione può essere decisa dal Collegio dei Probiviri allorquando si verifichi una delle seguenti evenienze:

a) violazione o inosservanza degli obblighi di cui all’art. 6 del presente Statuto nonché delle altre norme Statutarie, dei Regolamenti interni e delle delibere degli Organi sociali.

b) procedimenti disciplinari avviati dai Consigli dell’Ordine distrettuali o irrogazione di sanzioni deontologiche;

c) venir meno dei requisiti previsti dallo Statuto per l’appartenenza all’Associazione;

d) mancata partecipazione all’Assemblea dei Partner per due anni consecutivi

e) l’aver arrecato danni morali o materiali all’Associazione, o ad uno dei suoi membri.

7.5. Il caso di morte, estinzione o incapacità del soggetto associato, la qualifica di Partner viene meno automaticamente e non si trasmette a eventuali suoi eredi o aventi causa.

7.6 Nel caso in cui, per qualunque motivo, un membro del Consiglio Direttivo o di altro organo sociale cessi di essere Partner o di appartenere ad uno Studio Partner, l’Avvocato decadrà dalla carica e si procederà a una nuova nomina o elezione.

8 – Sito web

8.1. L’Associazione ha un proprio sito web, con dominio “www.viewnetlegal.com”. Il sito è organizzato e gestito in modo da presentare in modo chiaro, anche sotto il profilo storico, la struttura, le caratteristiche e lo scopo dell’Associazione, fornire in modo chiaro e aggiornato notizie sull’attività dell’Associazione, indicare i nominativi dei Partner e dei loro Studi professionali e ogni altro dato o notizia utili in conformità allo scopo dell’Associazione.

8.2. Il sito web, per la sua specifica natura, rende visibile – con l’applet e il blog eventualmente collegati – l’Associazione con una moderna forma di comunicazione anche interattiva ed è uno degli strumenti attraverso i quali l’Associazione persegue il proprio scopo.

9 - Organi associativi

9.1. Sono organi dell’Associazione:

a) l'Assemblea dei Partner;

b) il Consiglio direttivo;

c) il Presidente del Consiglio direttivo;

d) il Presidente dell’Associazione e il Vicepresidente;

e) il Collegio dei Probiviri.

9.2. Tutte le cariche elettive hanno durata annuale, a decorrere dal primo gennaio di ciascun anno; ogni Partner è rieleggibile e il suo impegno ha carattere volontaristico e non comporta alcuna retribuzione o rimborso spese.

10 - Assemblea dei Partner (Partners’ meeting)

10.1. L’Assemblea dei Partner è organo sovrano di View net Legal network e momento fondamentale di confronto, atto ad assicurare una corretta gestione dell’Associazione.

10.2. È composta da tutti i Partner, ognuno dei quali – anche le associazioni professionali, le s.t.p. o le s.t.a. – ha diritto ad un unico voto, mentre i Firm partner sono privi di elettorato attivo e passivo. Non è ammesso voto per delega, salvo la delega interna rilasciata al Collega che sia un proprio Firm partner. La mancata partecipazione consecutiva per due anni all'Assemblea dei Partner assegna la facoltà al Collegio dei Probiviri di deliberare l'esclusione del Partner dal network.

10.3. L’Assemblea dei Partner è presieduta dal Presidente dell’Associazione, che ne dirige i lavori, o, se assente, dal Vicepresidente. Nomina inoltre al suo interno un Segretario, che cura la redazione del Verbale, tiene il conto dei voti dei presenti e conserva le delibere.

L’Assemblea dei Partner è convocata mediante avviso da inviare ai Partner, a cura del Presidente dell’Associazione, con comunicazione telematica e con pubblicazione sul sito del network e contenente l’ordine del giorno, il luogo, la data e l’ora di convocazione.

10.4. L’Assemblea dei Partner è validamente costituita in prima convocazione con la presenza di almeno il 50% dei Partner ed è sempre validamente costituita in seconda convocazione qualunque sia il numero dei Partner intervenuti.

10.5. Per l’approvazione delle deliberazioni è richiesta la maggioranza semplice dei Partner presenti e gli astenuti non sono computati tra i presenti. Il diritto di voto si esprime per alzata di mano. Su decisione del Presidente e per argomenti di particolare importanza la votazione può essere effettuata a scrutinio segreto.

10.6. L’assemblea ordinaria dei Partners è convocata su iniziativa del Consiglio Direttivo o dal Presidente del network almeno due volte all’anno e con preavviso di almeno 30 giorni: all’Assemblea Ordinaria il Consiglio direttivo rende una relazione generale sulla gestione associativa in corso; l’Assemblea dei Partner indirizza l’attività dell’Associazione, delibera inoltre sulle scelte fondamentali di azione dell’Associazione, sulle iniziative e fatti gestionali che il Consiglio le sottopone per l’attuazione degli scopi sociali e su ogni altra questione all’ordine del giorno; elegge i componenti elettivi del Consiglio direttivo, il Presidente dell’Associazione, il Vicepresidente, nonché i componenti del Collegio dei Probiviri: a tal fine l’Assemblea dovrà tenersi entro e non oltre il 30 novembre dell’anno immediatamente antecedente alla scadenza del mandato.

Compete all’Assemblea dei Partner anche l’approvazione di modifiche dello Statuto e del Codice Etico, la delibera sull’eventuale istituzione di sedi secondarie e sullo scioglimento dell’Associazione, l’approvazione di eventuali regolamenti necessari per la gestione dell’Associazione e altresì la nomina di Partner onorari; in tali casi per la validità delle deliberazioni è richiesto il raggiungimento della maggioranza dei due terzi dei presenti aventi diritto al voto.

10.7. L’Assemblea straordinaria dei Partner è convocata tutte le volte che il Presidente dell’Associazione o un terzo dei membri del Consiglio Direttivo lo ritengano necessario o che almeno i un terzo dei Partner ne facciano richiesta. In tal caso l’avviso di convocazione deve essere comunicato almeno 15 giorni liberi prima della data fissata per la adunanza. Le deliberazioni sono prese a maggioranza dei presenti.

10.8. Tutte le delibere dell’Assemblea dei Partner sono comunicate ai Partner, a cura del Segretario dell’Assemblea, anche mediante modalità telematiche.

11 - Consiglio Direttivo (Board of Administration) e Presidente del Consiglio Direttivo (Chairman)

11.1. È composto da 7 componenti (se l’Associazione conti fino a 50 Partners, o 9 se sono di più di 50): di diritto vi prendono parte il Presidente dell’Associazione, il Vicepresidente dell’Associazione nonché i 3 Partner fondatori e infine il/i restante/i membro/i è/sono eletto/i dall’Assemblea dei Partner.

11.2. Il Consiglio Direttivo nomina inoltre al suo interno un Segretario, che cura la redazione del Verbale delle riunioni, tiene il conto dei voti dei presenti e conserva le delibere.

11.3. Costituisce l'organo di governo del network, cura l’attuazione degli scopi associativi, elaborando le iniziative da intraprendere e valutando quelle che gli vengono sottoposte dai singoli Partners, per poi sottoporle alla delibera assembleare; provvede all’ordinaria e straordinaria amministrazione dell’associazione e a quanto possa valere a attuare gli indirizzi deliberati; riferisce alla Assemblea dei Partner sullo stato dell’Associazione e sulla sua attività.

11.4. Al primo insediamento, su convocazione del Presidente dell’Associazione, elegge nel suo seno il Presidente del Consiglio Direttivo scegliendolo tra i soci fondatori, escluso il Presidente in carica dell’Associazione.

11.5. Si riunisce, su convocazione del suo Presidente del Consiglio Direttivo, almeno una volta ogni due mesi anche mediante sistemi di videoconferenza o telematici. Le riunioni sono validamente costituite con la presenza di almeno la metà dei suoi membri e sono presiedute dal Presidente del Consiglio Direttivo. Le deliberazioni sono valide a maggioranza dei presenti e, in caso di parità, prevale il voto del Presidente del Consiglio Direttivo.

11.6. In particolare, sono di competenza del Consiglio Direttivo:

a) la preparazione del rendiconto delle attività svolte dall’Associazione, da sottoporre all’Assemblea ordinaria dei Partner,

b) la determinazione del programma delle attività per il futuro, da sottoporre per approvazione all’Assemblea ordinaria, e la sua concreta realizzazione;

c) la formulazione del parere sulle richieste d’adesione all’Associazione;

d) la proposta di nomina dei Partner onorari nonché di eventuali accordi di collaborazione tra l’Associazione e altri enti o privati, nazionali e internazionali;

e) l’affidamento, sotto la propria direzione e responsabilità e con obbligo di rendiconto periodico, a un consigliere o a un altro Partner, della delega per la cura e la gestione di singoli settori o di specifici affari nei quali è articolata l’attività dell’Associazione, con incarico di svolgere funzioni organizzative e relazionale con Enti terzi, Istituzioni, altre associazioni, organismi o Professionisti;

f) la promozione della collaborazione professionale dei Partner;

g) l’organizzazione di eventi formativi e di aggiornamento per professionisti, enti ed imprese, anche mediante i più evoluti sistemi di e-learning, utilizzando altresì applicazioni e sistemi digitali e telematici;

11.7. Tutte le delibere del Consiglio Direttivo sono comunicate ai Partners a cura del Segretario del Consiglio Direttivo anche mediante modalità telematiche.

11.8. L’accettazione delle nuove iscrizioni all’Associazione spetta al Presidente del Consiglio Direttivo, interpellato il Consiglio Direttivo.

12 - Presidente dell’Associazione (President) e Vicepresidente (Vice president)

12.1. Il Presidente dell’Associazione viene nominato dall’Assemblea tra i Partner.

12.2. Ha la rappresentanza politica e legale dell’Associazione davanti a terzi, in giudizio e presso gli organi istituzionali e associativi, coordina il regolare funzionamento dell’attività associativa, adotta i provvedimenti con carattere d’urgenza con l’obbligo di riferirne subito al Consiglio Direttivo. Convoca le riunioni dell’Assemblea ordinaria e straordinaria dei Partners, ne prepara l’ordine del giorno e le presiede. Convoca la prima riunione del Consiglio Direttivo appena insediato. Vigila sulla pronta ed efficace esecuzione alle delibere dell’Assemblea dei Partner e del Consiglio Direttivo.

12.3. L’Assemblea dei Partner elegge altresì tra tutti i Partners dell’Associazione il Vicepresidente dell’Associazione, il quale svolge le funzioni di Presidente in caso di impedimento di costui o di delega di singoli incombenti o di alcune delle proprie competenze presidenziali.

13 – Collegio dei Probiviri

13.1. Il Collegio dei Probiviri è composto da tre membri effettivi, di cui uno con funzione di Presidente, oltre ad almeno un supplente, che sono eletti dall’Assemblea dei Partner.

13.2. È competente a deliberare a maggioranza dei componenti sull’esclusione di singoli Partners. Per infrazioni di lieve entità, il Collegio dei probiviri delibera a maggioranza dei suoi componenti le sanzioni della censura e della sospensione.

13.3. È inoltre competente a tentare la mediazione nelle controversie di cui al successivo art. 15. In particolare il Collegio, esaminata la documentazione fornita da tutte le parti coinvolte nella controversia, tenterà la conciliazione con criterio equitativo e senza particolari formalità, ma nel pieno rispetto del contraddittorio; verrà comunque reso edotto di tutte le controversie insorte in seno all’Associazione relative al rapporto associativo.

13.4. Sono incompatibili con la carica di componente, effettivo o supplente, del Collegio dei Probiviri i Partner nominati Presidente e Vicepresidente dell’Associazione e Presidente del Consiglio Direttivo.

14 – Durata e scioglimento dell’Associazione

14.1. L’Associazione ha durata a tempo indeterminato.

14.2. L’Associazione si scioglie su delibera dell’Assemblea dei Partner appositamente convocata.

15 - Controversie

15.1 Le eventuali controversie fra soci e Associazione, fra soci effettivi per rapporti dipendenti dall'appartenenza all'associazione, qualunque natura esse abbiano, economica e non, dovranno essere risolte preliminarmente attraverso un procedimento di mediazione, da attivarsi con domanda al Collegio dei Probiviri. In caso d’insuccesso del tentativo di conciliazione, potrà farsi ricorso ad un arbitrato rituale e di diritto, così come disciplinato dagli articoli 806 e ss. C.P.C. affidato alla Camera Arbitrale di Milano.

16 - Adesione ad associazioni, movimenti e organizzazioni

16.1. Per potenziare l’efficacia dell’attività dell’Associazione, il Consiglio Direttivo può deliberare l’adesione ad altre associazioni, organizzazioni, movimenti nazionali e internazionali che si ispirino nella loro azione, in tutto o in parte, alle stesse finalità statuarie.

17 - Rinvio alla legge

17.1. Per quanto non previsto dal presente Statuto si applicano le norme del Libro I, Titolo II C.C.

18 – Norma transitoria

18.1. Sono eletti, per il primo anno di vita dell’Associazione e sino al 31.12.15, alle cariche di: Presidente dell’Associazione l’Avv. Alberto Bagnoli, di Vicepresidente l’Avv. Maria Paola Mastropieri, di Presidente del Consiglio Direttivo l’Avv. Salvatore Frattallone, di componenti del Consiglio Direttivo gli Avvocati Francesco Cenci, Gaetano Giglio, Michelina Grillo, Gaetano Antonio Tasca, di Presidente del Collegio dei Probiviri l’Avv. Giuseppe Agnusdei, di componenti del Collegio dei Probiviri gli Avvocati Agnese Caprioli, Fabio Marinelli e, quale supplente, l’Avvocato Lorenzo Di Gaetano.

Venezia-Lido, li sabato 11 ottobre 2014

Statuto e Atto Costitutivo del View net Legal network